Il  nostro progetto

In risposta a problematiche specifiche e fabbisogni sopra espressi,attraverso percorsi bottom-up, i soggetti proponenti hanno identificato nella ottimizzazione del processo di produzione dell'olio extravergine di oliva il problema da risolvere e al tempo stesso l'opportunità da cogliere attraverso lo sviluppo di un'idea innovativa.

I soggetti, promotori del costituendo Gruppo Operativo, definiranno un Piano di Azione individuando e informando altri soggetti con competenze, esperienze e conoscenze specifiche funzionali alla realizzazione dell'idea innovativa.

In particolare, gli interventi previsti nel Piano di Azione riguarderanno le seguenti aree strategiche trasversali:

1. aumento sostenibile della produttività, della redditività e dell'efficienza delle risorse;

2. coordinamento e integrazione dei processi di filiera e potenziamento del ruolo dell'agricoltura;

3. qualità, tipicità e sicurezza dei prodotti agricoli e degli alimenti e stili di vita sani;

4. utilizzo sostenibile delle risorse biologiche a fini industriali


Il piano operativo riguarda l'intervento mirato sulla fase produttiva della filiera olivicolo-olearia, ovvero il processo di estrazione dell'olio d'oliva. Benché la produzione di olio pugliese sia notevole , le tecnologie oggi utilizzate non sono all'avanguardia rispetto alle aspettative del mercato. Il processo di estrazione dell'olio d'oliva non è competitivo in quanto non è completamente continuo e non è totalmente controllato dal punto di vista funzionale.

L'operazione limitante l'intero processo è la gramolazione, in quanto è un'operazione discontinua e molto lenta rispetto alle altre operazioni. Questa fase, è molto importante in quanto tramite essa è possibile estrarre la fase oleosa dalla matrice vegetale, arricchendo l'olio di sostanze aromatiche e nutraceutiche. L'Innovazione proposta riguarda il miglioramento meccanico-funzionale del processo di estrazione dell'olio extravergine d'oliva, in modo da rendere più competitivo il processo, attraverso macchine innovative capaci di condizionare più efficientemente la pasta di olive, migliorando nel contempo la resa di estrazione e la esaltazione della componente salutistica dell'olio, elemento quest'ultimo di differenziazione degli oli pugliesi.

Problemi da affrontare e opportunità da cogliere

La soluzione alle problematiche individuate consiste nell'applicazione di tecnologie innovative che mirano alla riduzione drastica dei tempi di processo per l'estrazione dell'olio d'oliva, con l'obiettivo di incrementare le rese di estrazione, la qualità degli olii ottenuti e la sostenibilità della produzione.

La proposta progettuale  

Soluzione e innovazioni proposte

L'Innovazione proposta riguarda il miglioramento meccanico-funzionale del processo di estrazione dell'olio extravergine d'oliva, in modo da rendere più competitivo il processo, attraverso macchine innovative capaci di condizionare più efficientemente la pasta di olive